Menu

Dopo essere stata magnificata per oltre un decennio dagli evangelisti e dai precursori della tendenza, nel 2020 la finanza ESG (che ruota intorno a principi Ambientali, Sociali e di Governance) ha portato a casa un enorme successo. L'ultimo trimestre dell'anno ha rappresentato uno spartiacque: le strategie ESG hanno infatti registrato record su tutti i fronti: raccolta di 152 miliardi di dollari, masse in gestione pari a 1.600 miliardi di dollari e lancio di 196 nuovi prodotti.1

Da fuori, sembrerebbe che l'ESG stia convincendo gli investitori. Il suo successo è innegabile, ma la finanza ESG sollecita anche gli investitori e il settore finanziario a fermarsi un attimo per porsi una domanda fondamentale: "Che cosa stiamo cercando di fare esattamente?".

I risultati di una serie di indagini condotte presso professionisti finanziari, investitori istituzionali e selettori di fondi, pubblicate tra il 2020 e il 2021, mostrano che la risposta non è sempre chiara. Le motivazioni sono diverse, bisogna superare i dubbi sull'eventuale successo dell'investimento e si rendono necessari parametri più concreti per misurare i risultati extrafinanziari.

Mentre l'ESG acquista forza, serve più chiarezza non solo per mantenerne lo slancio, ma soprattutto per fissare aspettative realistiche sul piano dei risultati finanziari e dell'impatto sulla società. Per molti aspetti, la domanda su quali siano i veri obiettivi degli investitori si divide su due fronti: costruire un mondo migliore o essere un investitore migliore.

Mentre gli investitori scaldano i motori per essere pronti a cogliere il potenziale dell'ESG, la nostra ricerca ci offre spunti preziosi su cinque questioni fondamentali che riguardano l'investimento ESG.

  1. L'ESG è solo l'ennesima bolla?
    Con tutto il parlare che se ne fa, è facile bollare l'ESG come un'infatuazione momentanea, ma la sua crescita sostenibile a lungo termine è molto più di una moda passeggera.
  2. Gli obiettivi ESG sono finanziari o extrafinanziari?
    Gli investitori professionali stanno cercando di definire un ruolo più chiaro per l'ESG, contemplando obiettivi che incidano sulle organizzazioni e la società, oltre a obiettivi fondamentali di portafoglio.
  3. I metodi adottati dalla finanza ESG rispecchiano anche le motivazioni che la sottendono?
    L'adozione diffusa dei principi ESG offre più possibilità di scelta agli investitori che vogliono potersi garantire di scegliere strategie progettate per raggiungere i propri obiettivi.
  4. Come si misura la performance ESG?
    Gli investitori ESG possono attingere a una marea di informazioni che, però, mancano di coerenza, tanto da rendere difficile valutare quali dati definiscano il vero successo.
  5. Quando ci riferiamo all'ESG, parliamo la stessa lingua?
    Anche se gli organi di regolamentazione stanno lavorando alla definizione di una tassonomia standard per l'ESG, gli investitori devono comunque trovare una base comune per definire le proprie aspettative.
Leggi il Documento di sintesi (in Inglese)
Il Documento di sintesi del Rapporto 2021 sugli investitori ESG (ESG Investor Insights Report) riassume i punti salienti del rapporto, corredandoli dei supporti grafici in esso contenuti.

Scarica il report (in Inglese)

1© 2021 Morningstar, Inc. Global Sustainable Fund Flows: Q4 2020 in Review. Tutti i diritti sono riservati. Le informazioni qui contenute: (1) sono di proprietà di Morningstar e/o dei suoi fornitori di contenuti; (2) non possono essere copiate né distribuite; (3) non rappresentano consigli d'investimento da parte di Morningstar e (4) non è possibile garantirne l'accuratezza, la completezza, né l'adeguatezza. Morningstar e i rispettivi fornitori di contenuti non rispondono di eventuali danni o perdite derivanti dall'utilizzo di queste informazioni. I rendimenti passati non sono indicativi dei risultati futuri. L'utilizzo di informazioni provenienti da Morningstar non implica necessariamente l'adesione, da parte di Morningstar Inc., a qualsiasi filosofia o strategia d'investimento qui presentata. Riproduzione autorizzata.

I dati qui riportati rappresentano le opinioni dei professionisti intervistati e possono variare in funzione del mercato e di altre condizioni. Non possono quindi essere interpretati come consiglio d'investimento.

Il presente documento viene fornito esclusivamente a fini informativi e non ha valore di consiglio d'investimento. Le analisi e le opinioni presentate si riferiscono ad aprile 2021 e possono variare in funzione del mercato e di altre condizioni. Non vi è garanzia che la situazione evolverà secondo queste previsioni e i risultati reali potrebbero quindi differire da quanto qui prospettato.

Tutti gli investimenti sono esposti a rischi, compreso il rischio di perdita del capitale investito. Nessuna strategia d'investimento o tecnica di gestione del rischio è in grado di garantire rendimenti, né di eliminare il rischio in tutti i contesti di mercato. Tutti gli investimenti (azionari, obbligazionari e alternativi) comportano rischi. Non si garantisce che gli investimenti raggiungano i propri obiettivi di performance o che si possano evitare le perdite.

Alfa (o Alpha) è il parametro che misura la differenza tra rendimenti effettivi e rendimenti attesi di un portafoglio, rispetto al livello di rischio sistematico di mercato. Un alfa positivo indica la sovraperformance rispetto al livello di rischio sistematico del portafoglio, mentre un alfa negativo ne indica la sottoperformance.

La diversificazione non costituisce garanzia di rendimento, né conferisce protezione contro le perdite.

L'investimento sostenibile si concentra su società che svolgono attività legate a determinati temi di sviluppo sostenibile e che dimostrano di attuare pratiche rispettose dei principi ambientali, sociali e di governance (ESG); l'universo d'investimento potrebbe quindi essere più limitato e non offrire agli investitori le stesse opportunità e le stesse tendenze di mercato disponibili per gli investitori che non si attengono a tali criteri. Il fatto che questi investimenti godano o meno del favore del mercato potrebbe quindi determinare un impatto negativo sulla performance complessiva offerta all'investitore.

Natixis Distribution, L.P. è un intermediario a finalità limitata e distributore di varie società d'investimento che usufruiscono di servizi di consulenza forniti da società affiliate di Natixis Investment Managers.

Articoli correlati

Guarda
Natixis potenzia lo strumento Portfolio Clarity con una nuova funzionalità ESG

Scoprite come i nostri esperti hanno migliorato lo strumento con l'inserimento di criteri extrafinanziari.

  • 24 marzo 2021
Blended finance: la giusta combinazione tra investimento pubblico e investimento privato

Per mobilizzare capitali e trasformare le aspirazioni in realtà, i progetti d'investimento hanno bisogno di una finalità chiara e della giusta combinazione di investimenti pubblici e privati.

  • 19 marzo 2021
Luce in fondo al tunnel

I fund selector prevedono un 2021 denso di rischi, ma intravedono all'orizzonte qualche opportunità.

  • 22 febbraio 2021
Che cos'è l'Impact investing?

Mirova analizza il concetto alla base della ridefinizione corrente del settore del risparmio gestito.

  • 17 febbraio 2021