Il COVID-19 è un qualcosa di nuovo. Non ne abbiamo piena comprensione. Non siamo esattamente sicuri di come si diffonderà, o di quanti casi svilupperà. Le caratteristiche asintomatiche dell'infezione non sono chiare. Ma sappiamo che è fatale, soprattutto tra gli anziani con condizioni preesistenti. La situazione ha introdotto un sacco di incognite - e quando l’esito è la perdita di vite umane, si creano le condizioni per paura e panico. Mentre gli investitori investono in questo panorama dinamico, le considerazioni sulla psicologia di mercato - la forma e la durata potenziale di una ripresa del mercato - sono giustificate.

La risposta del Governo US
I mercati hanno subito un calo in seguito al taglio dei tassi di domenica 14 marzo, che vedrà il target federal fund rate spinto tra lo 0 ed il 0,25%. Al contrario di alcuni rapporti, non crediamo che la Fed sia a corto di munizioni. Le disposizioni del Dodd-Frank Act del 2010 consentono al governo di indirizzare il supporto verso interi settori – e non solo alle singole aziende - colpite dal crollo. Pensate alle compagnie aeree, agli alberghi, alle compagnie di crociera, ecc. Mentre il Congresso, secondo quanto riferito, è vicino ad approvare il suo secondo atto legislativo che delinea una risposta fiscale federale alla COVID-19, i mercati rimangono apparentemente poco convinti della salute del quadro economico a breve termine. Questo richiederà probabilmente un pacchetto di aiuti simile per dimensioni e portata al Troubled Asset Relief Program (TARP) da 700 miliardi di dollari introdotto in risposta alla crisi finanziaria globale del 2008.

La risposta del resto del mondo
In tutto il mondo, 27 banche centrali hanno tagliato i tassi a marzo. Ciononostante, gli spread tra le obbligazioni emesse da Italia, Spagna e Portogallo rispetto ai Bund tedeschi si sono ampliati di giorno in giorno. Riteniamo che la Banca Centrale Europea (BCE) dovrà presto modificare i limiti degli emittenti di capitale, aumentando la quota massima di titoli in circolazione che è disposto ad acquistare da un singolo emittente. Questo dovrebbe essere necessario per cambiare la percezione che non si hanno abbastanza munizioni per contenere le ricadute economiche dell'epidemia.

Motivi di positività
L'Italia è stata duramente colpita dall'epidemia, ma le misure di risposta che richiedono l'allontanamento sociale e l'autoquarantena potrebbero aiutare a raggiungere il picco di casi nel breve termine. Inoltre, il Presidente Trump e il Congresso sembrano ora pronti ad affrontare seriamente sia le questioni di sanità pubblica inerenti all'epidemia che le sue conseguenze economiche. Tuttavia, gli investitori dovrebbero rimanere consapevoli del fatto che la formulazione di politiche e l'approvazione di progetti di legge attraverso il processo legislativo statunitense richiederà del tempo.

Guardare avanti
Sappiamo che il numero di casi COVID-19 ha raggiunto il picco in Cina a circa 28 giorni dopo l'esplosione di casi. Gli Stati Uniti e l'Europa sono probabilmente ancora alle prime fasi - o nella parte più ripida della curva. Tuttavia, è possibile che entrambe le regioni vedano il picco più rapidamente rispetto alla Cina, data la loro minore densità di popolazione, sistemi sanitari più efficaci, livelli di inquinamento atmosferico più bassi e il continuo diffondersi della paura di cui sopra - che, nonostante i suoi lati negativi, può aumentare la consapevolezza e limitare il contagio. Se da un lato i trader possono aver reagito in modo eccessivo alla fine di febbraio, dall'altro fa parte della psicologia del mercato. Per il momento, è probabile che il rischio di volatilità rimanga elevato, dal momento che i funzionari della sanità pubblica, le aziende, i consumatori e i mercati elaborano la progressione e le potenziali conseguenze del COVID-19.

COVID19: Problemi, monitoraggio e rischi
COVID 19 Dashboard Chart 1

Quale forma potrà avere il recupero?
COVID 19 Dashboard Chart 2

Questo materiale viene fornito solo a scopo informativo e non deve essere interpretato come una consulenza in materia di investimenti. Le opinioni e le opinioni espresse in precedenza possono cambiare in base alle condizioni di mercato e ad altre condizioni. Non vi è alcuna garanzia che gli sviluppi si verifichino come previsto.

Tutti gli investimenti comportano dei rischi, compreso il rischio di perdite. Il rischio di investimento esiste con le azioni, il reddito fisso e gli investimenti alternativi. Non vi è alcuna garanzia che qualsiasi investimento soddisfi i suoi obiettivi di performance o che si evitino perdite.

Natixis Distribution, L.P. è un broker-dealer a scopo limitato e distributore di varie società di investimento registrate per le quali vengono forniti servizi di consulenza da parte di affiliate di Natixis Investment Managers.

CFA® e Chartered Financial Analyst® sono marchi registrati di proprietà del CFA Institute.