Mentre il tema della sicurezza idrica continua a fare notizia, molte società sono impegnate ad affrontare le sfide che essa comporta, realizzando impianti progettati per fornire acqua potabile a popolazioni urbane sempre più numerose e per massimizzare l'efficienza del consumo d'acqua nel mondo. Di conseguenza, molti investitori iniziano a prestare più attenzione a queste aziende.

Che cos'è la sicurezza idrica?
Il termine 'sicurezza idrica' designa la capacità di una determinata popolazione di accedere a quantità sufficienti di acqua di buona qualità per favorire il benessere e lo sviluppo, in cui rientrano anche la produzione alimentare e l'accesso a strutture igienico-sanitarie. Nei luoghi in cui c'è abbondanza di acqua potabile, è facile considerarla un bene acquisito una volta per tutte. L'acqua resta comunque vitale per la stabilità politica, per la salute pubblica e per la produzione di merci. Nelle regioni in cui l'acqua è scarsa o contaminata, vi sono invece ripercussioni dirette negative sulla durata e sulla qualità della vita.

Jens Peers, Chief Investment Officer of Sustainable Equities and Fixed Income presso Mirova, ha dedicato un numero infinito di ore ad analizzare i temi legati alla sostenibilità nel mondo e ritiene che la sicurezza idrica sia una preoccupazione fondamentale. Ha infatti dichiarato: "Le nostre risorse idriche e alimentari sono due beni quotidiani indispensabili e insostituibili. Ne abbiamo bisogno per sopravvivere.”

Crisi idrica a Città del Capo
All'inizio del 2015, la siccità minacciava di fare di Città del Capo (Sudafrica) la prima grande città al mondo a restare senz'acqua. Per scongiurare il disastro, la città introdusse nuovi limiti al consumo d'acqua. Dall'inizio del 2018 le precipitazioni sono tornate nella norma, ma la sicurezza idrica della città resta in pericolo.

Man mano che le popolazioni urbane mondiali continuano a crescere, garantire un approvvigionamento affidabile di acqua potabile alle città continuerà a rivestire un'importanza fondamentale. Società globali specializzate nel campo scientifico e tecnologico come Danaher forniscono alle città sistemi di “affidabilità idrica” (water confidence) studiati per garantire un approvvigionamento affidabile destinato al consumo e a favorire lo sviluppo economico. Attualmente Danaher gestisce l'impianto di depurazione di Catskill-Delaware, che è il più grande impianto di disinfezione a raggi ultravioletti del mondo. A pieno regime, questo stabilimento depurerà oltre 7 miliardi e mezzo di litri d'acqua al giorno per uso residenziale e commerciale nella città di New York e nelle aree circostanti.

Non avanza neanche una goccia
Oltre alle questioni legate alla depurazione dell'acqua e al suo approvvigionamento, il mantenimento della sicurezza idrica dipende anche da un utilizzo efficiente e socialmente responsabile delle riserve di acqua potabile esistenti. Per contribuire a garantire un utilizzo ottimale dell'acqua, impiantisti e società di servizi come Ecolab collaborano con le lavanderie industriali fornendo impianti di filtrazione che riducono il consumo d'acqua e i consumi elettrici abbassando le temperature di lavaggio. Secondo stime delle Nazioni Unite, entro il 2030 metà della popolazione mondiale rischia di essere colpita da un grave stress idrico. Per affrontare questa situazione, nel novembre 2017 Ecolab ha avviato una collaborazione con Nalco Water per aprire la Water University di Naperville (Illinois). Questa struttura all'avanguardia ospiterà 200 ricercatori che si dedicheranno esclusivamente allo studio di soluzioni per le sfide legate alla sicurezza idrica.

Il futuro della sicurezza alimentare
Peers sottolinea che la sicurezza idrica non è importante solo per una determinata area geografica. Afferma infatti: "L'acqua potabile è una componente essenziale dello sviluppo umano ed economico" e aggiunge: "Nei prossimi anni, le aziende impegnate ad affrontare le sfide della sicurezza idrica, in cui rientrano anche gli impianti di filtrazione e di distribuzione, svolgeranno un ruolo determinante per assicurare la fornitura di acqua potabile alle economie sviluppate e a quelle in via di sviluppo". Peers ritiene inoltre che, probabilmente, a queste aziende si presenteranno nuove opportunità man mano che le città delle economie emergenti di Asia e Africa cercheranno soluzioni per garantire approvvigionamenti sicuri e affidabili di acqua potabile alle persone e alle imprese.

Sul versante del mondo industrializzato, oggi gli Stati Uniti devono risolvere il problema delle perdite, pari al 14% circa di tutta l'acqua che scorre nelle tubature. Nota Peers: "La qualità delle tubature è pessima. Pensiamo quindi che questa situazione presenti un'opportunità d'investimento, perché c'è un bisogno fortissimo d'acqua, e anche perché non c'è alternativa a risorse di questo tipo".

Peers e i suoi collaboratori presso Mirova stanno constatando che gli investitori sono sempre più consapevoli delle opportunità offerte dalla sostenibilità idrica, ma i portafogli sono tuttora sottopesati. “Non riesco a spiegarmi la scarsa esposizione dei portafogli agli investimenti in soluzioni idriche sostenibili. È vero che, siccome l'acqua è praticamente assente dai principali indici, in genere gli investitori non hanno una grande esposizione verso quel segmento” ha concluso Peers.

Come scrisse Benjamin Franklin: “Quando il pozzo è asciutto, impariamo il valore dell'acqua”. Questa è una lezione che gran parte della popolazione mondiale spera di poter evitare, concentrando gli sforzi per affrontare le sfide che verranno poste dalla sicurezza idrica negli anni a venire.

L'investimento sostenibile si concentra sugli investimenti in società che si riferiscono a determinati temi di sviluppo sostenibile e al rispetto delle pratiche ambientali, sociali e di governance (ESG), pertanto l'universo di investimenti del Fondo può essere ridotto. Può vendere un titolo quando potrebbe essere svantaggioso farlo o rinunciare a opportunità in determinate aziende, settori o paesi. Ciò potrebbe avere un impatto negativo sulla performance a seconda che tali investimenti siano o meno favorevoli.

L'investimento ESG si concentra sugli investimenti in società che dimostrano l'aderenza alle pratiche ambientali, sociali e di governance (ESG), pertanto l'universo degli investimenti può essere ridotto. Una strategia ESG può vendere un titolo quando potrebbe essere svantaggioso farlo o rinunciare a opportunità in determinate aziende, settori, settori o paesi. Ciò potrebbe avere un impatto negativo sulla performance a seconda che tali investimenti siano o meno favorevoli.

Tutti gli investimenti comportano rischi, incluso il rischio di perdita.

Il riferimento a specifici titoli non è considerato un consiglio di investimento e viene fornito solo a scopo informativo. Non vi è alcuna garanzia che il titolo soddisfi le sue aspettative di investimento.

Questo materiale è fornito solo a scopo informativo e non deve essere interpretato come un consiglio di investimento. Le opinioni espresse sopra possono cambiare in base al mercato e ad altre condizioni. Non ci può essere alcuna garanzia che gli sviluppi si realizzeranno come previsto.