Cosa stai cercando veramente? Cosa vorresti realizzare a breve e a lungo termine? Riesci a vederti investito fino a scadenza?
Gli investitori hanno spesso difficoltà a mantenere il proprio piano d'investimento. Molti cercano sempre di adeguarsi a scelte d'investimento che si allineano a priorità momentanee o ad obiettivi mal concepiti. Invece di rimanere investiti a lungo termine, diversi dati indicano che gli investitori non sposano le loro strategie di portafoglio. Invece, sembra che siano più in modalità speed-dating.

Ballando con il rischio
I dati sul comportamento degli investitori rivelano alcune intuizioni su come gli investitori stanno rispondendo alle grandi domande relative alla loro vita finanziaria. Questi dati suggeriscono che molti investitori ballano tra uno stato di ricerca del rischio e l'elusione del rischio nelle loro allocation: "Voglio partecipare - ma, no - ho paura".
In altre parole, i clienti vogliono partecipare ai mercati, ma anche essere protetti da gravi prelievi. Il risultato finale è una sorta di frenetica strategia d'investimento di speed dating. Tuttavia, il grafico sottostante indica come la capacità di un investitore di rimanere investito può avere un effetto maggiore sulla performance del portafoglio rispetto a quello che un investitore detiene.

I rendimenti degli investitori in fondi azionari, fondi di asset allocation e fondi obbligazionari hanno sottoperformato l'indice S&P 500®1 e l'indice Barclays Aggregate Bond Index2 nel periodo di 20 anni che termina il 31 dicembre 2017 - così come i periodi di 10 anni, 5 anni, 3 anni e 12 mesi. Ciò indica che, invece di vedere molte strategie, gli investitori che investono tutto il loro tempo per selezionare il miglior mix di asset allocation possono essere serviti meglio rimanendo semplicemente investiti.

Quantitative Analysis of Investor Behavior
Fonte: “Analisi quantitative del comportamento degli investitori” “Quantitative Analysis of Investor Behavior.” 2018 QAIB Report. Dalbar.

Il performance clusters: tutti insieme in solitudine

Un modo che i professionisti hanno, per aiutare a mantenere gli investitori investiti è quello di assicurarsi che l'investimento non abbia caratteristiche di performance troppo al di fuori della tolleranza al rischio dell'investitore. Per aiutare a mettere in pratica questo approccio, tracciamo i rendimenti mensili del Dow Jones Industrial Average (DJIA)3 dal 1900 al dicembre 2018. Se un ipotetico investitore – chiamiamolo Paolo Rossi - ha una soglia di dolore pari al 10% in un mese, probabilmente vorrebbe evitare performance mensili che potrebbero includere perdite di -10% o superiori (come dimostrano le barre rosse nel grafico a barre sotto riportato)..

HIstogram of Monthly Returns DJIA
Fonte: Bloomberg Barclays

In parole povere, se il signor Rossi può ottenere rendimenti mensili superiori al -10%, è più probabile che rimanga investito. Tuttavia, la verità è che i grandi rendimenti mensili negativi sono spesso raggruppati intorno a periodi in cui ci sono grandi rendimenti mensili positivi. Questo raggruppamento delle prestazioni è evidente quando il periodo dal 1900 al dicembre 2018 è visto in sequenza. Nel grafico sottostante, le frecce rosse indicano notevoli eventi paralleli di performance DJIA negative e positive.

Monthly Return of DJIA
Fonte: Bloomberg

Il performance clustering suggerisce che, per evitare grandi perdite, il sig. Rossi potrebbe dover sacrificare guadagni mensili potenzialmente elevati. Il risultato finale sarebbe probabilmente un profilo di performance meno turbolento, o simile alla media.

Tenendo conto della volatilità
L'evidenza storica suggerisce inoltre che periodi di maggiore volatilità coincidono con periodi di minore rendimento. La tabella seguente mostra come i diversi regimi di volatilità corrispondano a periodi di performance inferiore o superiore. Sembra quindi esserci una stretta relazione tra livelli di volatilità elevati e performance negative dei rendimenti di mercato. Al contrario, i periodi di bassa volatilità sembrano essere correlati alla performance positiva.

Chicago Board Options Exchange® Volatility Index (VIX®)
Fonte: Bloomberg

Alla ricerca dell’equilibrio
Utilizzando questa logica, un portafoglio con esposizione al mercato inversamente proporzionale alla volatilità – diminuzione dell'esposizione al mercato quando la volatilità aumenta e aumento dell'esposizione al diminuire della volatilità - potrebbe aiutare il sig. Rossi a mantenere l'investimento a lungo termine. La modulazione delle esposizioni al mercato in linea con la volatilità potrebbe fornirgli una maggiore partecipazione ai mercati in rialzo (quando la volatilità è bassa) e una maggiore protezione nei mercati in calo (quando la volatilità è elevata).

Lavorare per fornire la mediana dei rendimenti invece del loro estremo può aiutare a risolvere i problemi di impegno temporale di alcuni investitori. Invece di entrare e uscire da molte strategie differenti, questo tipo di strategia potrebbe aiutarli a salire a bordo a lungo termine e a mantenere il loro impegno per più tempo. Un'esposizione modulata ai mercati azionari che tenga conto della volatilità ha il potenziale per fornire al sig. Rossi un rapporto più sano e duraturo con il suo portafoglio. Dopo tutto, ha maggiori probabilità di trovare la felicità con un portafoglio che fornisce supporto e incoraggiamento sia nei momenti difficili che in quelli positivi.
1 L’indice S&P 500® è una misura ampiamente riconosciuta della performance del mercato azionario statunitense. Si tratta di un indice non gestito di 500 azioni ordinarie scelte per dimensione del mercato, liquidità e rappresentanza del gruppo industriale, tra gli altri fattori. Misura anche la performance del segmento large cap del mercato azionario statunitense.

2 Il Bloomberg Barclays U.S. Aggregate Bond Index è un indice non gestito che copre il mercato obbligazionario denominato in dollari USA, di tipo investment grade, a tasso fisso, tassabile, di titoli SEC-registrati. L'indice include obbligazioni del Tesoro, titoli governativi, societari, titoli garantiti da ipoteca, titoli garantiti da attività, titoli garantiti da attività e titoli garantiti da ipoteca..

3 Il Dow Jones Industrial Average è una media ponderata dei prezzi di 30 titoli significativi negoziati alla Borsa di New York e al Nasdaq.

Drawdown (prelievo): un calo da picco a picco durante un periodo specifico per un investimento, un conto di negoziazione o un fondo. Un drawdown è solitamente quotato come la percentuale tra il picco e il livello minimo successivo.

Il VIX Index è un calcolo progettato per produrre una misura della costante volatilità attesa a 30 giorni del mercato azionario statunitense, derivata dai prezzi delle opzioni call e put dello S&P 500® Index (SPXSM). Su base globale, è una delle misure di volatilità più riconosciute - ampiamente riportata dai media finanziari e seguita da vicino da una varietà di partecipanti al mercato come un indicatore di mercato giornaliero.

Il termine regime di volatilità si riferisce al periodo in cui i mercati finanziari aumentano o diminuiscono di oltre l'uno per cento in un periodo di tempo prolungato.

Le tecniche di gestione della volatilità possono determinare periodi di perdita e sottoperformance, possono limitare la capacità del Fondo di partecipare a mercati in crescita e possono aumentare i costi di transazione.

CFA® e Chartered Financial Analyst® sono marchi registrati di proprietà del CFA Institute.

La diversificazione non garantisce un profitto né protegge da una perdita.

I dati di performance mostrati rappresentano prestazioni passate e non sono garanzia, e non necessariamente indicativi, di risultati futuri.

Questo materiale è fornito solo a scopo informativo e non deve essere interpretato come un consiglio di investimento. Le opinioni e le opinioni sopra espresse possono cambiare in base alle condizioni di mercato e ad altre condizioni. Non vi è alcuna garanzia che gli sviluppi siano conformi alle previsioni.

Tutti gli investimenti comportano un rischio, compreso il rischio di perdita. Il rischio di investimento esiste con gli investimenti azionari, il reddito fisso e gli investimenti alternativi. Non vi è alcuna garanzia che gli investimenti raggiungeranno i loro obiettivi di performance o che le perdite saranno evitate.