Come nella vita in generale, avere un portafoglio ben bilanciato è essenziale per investire con successo. La diversificazione è un principio cardine dell'investimento che può aiutare a trovare un equilibrio tra il potenziale di rischio e di rendimento dei propri investimenti attraverso gli anni. Si tratta essenzialmente di distribuire gli investimenti sulle diverse classi di attivi, comprese azioni, obbligazioni e investimenti alternativi. 
 
Come funziona la diversificazione
In un portafoglio ben diversificato, la performance deludente di un investimento in un particolare contesto di mercato può essere compensata dal successo di altri investimenti in quello stesso contesto. Ecco alcune considerazioni sul funzionamento della diversificazione:
 
  • Bisogna tenere presente che l'asset class che ottiene i risultati migliori in un certo anno può invece essere quella con la performance peggiore l'anno successivo 
  • Negli ultimi 15 anni, la performance dei mercati azionari emergenti è stata in vetta alle classifiche per sei volte e agli ultimi posti per cinque volte 
  • Nel 2018 e nel 2011 le obbligazioni hanno contribuito a compensare le perdite subite dai mercati azionari
  • Durante la crisi finanziaria del 2008, i rendimenti dei Managed Futures sono stati nettamente superiori a quelli delle altre asset class
  • Naturalmente, la sola diversificazione non può garantire un profitto, né escludere eventuali perdite
A mutlicolor chart breaks down the performance of a diverse portfolio over 15 years
Qual è l'equilibrio migliore per voi?
Dovete garantire una diversificazione efficiente del vostro portafoglio per evitare di essere colti alla sprovvista da un'eventuale correzione del mercato. Detto questo, è importante realizzare il corretto mix d'investimento in base alle proprie esigenze specifiche. Per esempio, il mix del portafoglio di un Millennial intorno alla trentina sarà molto diverso da quello di un Baby Boomer che ha superato la soglia dei sessant'anni e sta preparandosi alla pensione.   
 
Il vostro consulente finanziario può aiutarvi a definire il corretto equilibrio tra l'investimento in azioni, in obbligazioni e in strumenti alternativi più confacente a voi in considerazione di elementi quali l'età, la tolleranza al rischio e gli obiettivi finanziari. Non esitate a rivolgervi al vostro consulente finanziario per discutere della diversificazione giusta per voi e non trascurate di mantenerla nel tempo ribilanciando regolarmente o sistematicamente il vostro portafoglio. 
 
Conservate l'equilibrio attraverso gli anni
Prendete in considerazione le conseguenze di un investimento non equilibrato. Questo grafico illustra come, in assenza di un processo regolare o sistematico di ribilanciamento, una forte azione del mercato su una classe di attivi possa portare a conseguenze indesiderate. La verifica periodica del portafoglio con il vostro consulente finanziario può aiutarvi a mantenere un corretto allineamento tra il portafoglio e i vostri obiettivi finanziari.  

An illustration shows how strong market action in one asset class can lead to unintended consequences if you don’t have a regular or systematic rebalancing process in place
Come nella vita in generale, avere un portafoglio ben bilanciato è essenziale per investire con successo. La diversificazione è un principio cardine dell'investimento che può aiutare a trovare un equilibrio tra il potenziale di rischio e di rendimento dei propri investimenti attraverso gli anni. Si tratta essenzialmente di distribuire gli investimenti sulle diverse classi di attivi, comprese azioni, obbligazioni e investimenti alternativi. 
 
Come funziona la diversificazione
In un portafoglio ben diversificato, la performance deludente di un investimento in un particolare contesto di mercato può essere compensata dal successo di altri investimenti in quello stesso contesto. Ecco alcune considerazioni sul funzionamento della diversificazione:
 
Bisogna tenere presente che l'asset class che ottiene i risultati migliori in un certo anno può invece essere quella con la performance peggiore l'anno successivo 
Negli ultimi 15 anni, la performance dei mercati azionari emergenti è stata in vetta alle classifiche per sei volte e agli ultimi posti per cinque volte 
Nel 2018 e nel 2011 le obbligazioni hanno contribuito a compensare le perdite subite dai mercati azionari
Durante la crisi finanziaria del 2008, i rendimenti dei Managed Futures sono stati nettamente superiori a quelli delle altre asset class
Naturalmente, la sola diversificazione non può garantire un profitto, né escludere eventuali perdite
 
L'indice S&P 500® è una misura ampiamente riconosciuta della performance del mercato azionario statunitense. Si tratta di un indice non gestito di 500 azioni ordinarie scelte, tra l'altro, per le dimensioni del mercato, la liquidità e la rappresentanza del gruppo industriale. Misura anche la performance del segmento large cap del mercato azionario statunitense.

L'indice Bloomberg Barclays U.S. Aggregate Index è un indice non gestito che copre il mercato obbligazionario a tasso fisso e tassabile dei titoli registrati dal SEC denominati in dollari USA, investment grade, a tasso fisso. L'indice include obbligazioni del Tesoro, titoli legati al governo, corporate, titoli garantiti da ipoteca, titoli garantiti da attività e titoli garantiti da ipoteca collateralizzati.

Il Large Cap è misurato dall'indice Russell 1000®, un indice non gestito che misura la performance del segmento large-cap dell'universo azionario statunitense.
Mid Cap è misurato dall'indice Russell Midcap®, che misura la performance delle 800 società più piccole (31% della capitalizzazione totale) dell'indice Russell 1000, con una capitalizzazione di mercato media ponderata di circa 6,7 miliardi di dollari, una capitalizzazione mediana di 3,6 miliardi di dollari e una capitalizzazione di mercato della società più grande di 13,7 miliardi di dollari.

La piccola capitalizzazione è misurata dall'Indice Russell 2000®, che misura la performance del segmento della piccola capitalizzazione dell'universo azionario statunitense. Esso comprende circa 2000 dei titoli più piccoli sulla base di una combinazione del loro market cap e dell'attuale appartenenza all'indice.

Le obbligazioni sono misurate dall'Indice Bloomberg Barclays U.S. Aggregate Bond Index, che è un indice non gestito che copre il mercato obbligazionario a tasso fisso, a tasso fisso e tassabile, denominato in dollari USA, dei titoli registrati dal SEC. L'indice include le obbligazioni del Tesoro, i titoli legati al governo, le società, i titoli garantiti da ipoteca, i titoli garantiti da attività e i titoli garantiti da ipoteca.

International Developed è misurato dall'Indice MSCI EAFE, che è un indice non gestito, progettato per misurare la performance del mercato azionario dei mercati sviluppati, esclusi Stati Uniti e Canada.

Emerging Markets è misurato dall'MSCI Emerging Markets Index, un indice non gestito progettato per misurare la performance dei mercati azionari dei mercati emergenti.

Long/Short Equity è misurato dall'indice Credit Suisse Long/Short Equity Hedge Fund, che misura la performance aggregata dei fondi dedicati allo short bias. I fondi azionari Long/short Equity Fund investono tipicamente sia sul lato lungo che su quello corto dei mercati azionari, concentrandosi in genere sulla diversificazione o sulla copertura di particolari settori, regioni o capitalizzazioni di mercato.

I Managed Futures sono misurati dal Credit Suisse Managed Futures Hedge Fund Index, che misura la performance aggregata dei fondi dedicati short bias. I fondi Managed Futures (spesso denominati CTA o Commodity Trading Advisors) si concentrano in genere sull'investimento in obbligazioni quotate, azioni, futures su materie prime e mercati valutari, a livello globale.

La multi-strategia è misurata dal Credit Suisse Multi-Strategy Hedge Fund Index, che misura la performance aggregata dei fondi short bias dedicati. I fondi multi-strategia si caratterizzano tipicamente per la loro capacità di allocare il capitale in base alle opportunità percepite tra diverse strategie di hedge fund.

Questo documento può contenere riferimenti a copyright, indici e marchi che potrebbero non essere registrati in tutte le giurisdizioni. Le registrazioni di terzi sono di proprietà dei rispettivi proprietari e non sono affiliate a Natixis Investment Managers o a nessuna delle sue società collegate o affiliate (collettivamente "Natixis"). Tali proprietari terzi non sponsorizzano, sostengono o partecipano alla fornitura di servizi, fondi o altri prodotti finanziari Natixis.

Le informazioni dell'indice contenute nel presente documento provengono da terzi e sono fornite "così come sono". L'utente di queste informazioni si assume l'intero rischio di utilizzo di tali informazioni. Ciascuna delle entità terze coinvolte nella compilazione, nell'elaborazione o nella creazione delle informazioni dell'indice declina ogni garanzia (incluse, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, le garanzie di originalità, accuratezza, completezza, tempestività, non violazione, commerciabilità e idoneità per uno scopo particolare) in relazione a tali informazioni.
Ciascuna delle entità terze coinvolte nella compilazione, elaborazione o creazione di informazioni di indice declina ogni garanzia (incluse, senza limitazioni, qualsiasi garanzia di originalità, accuratezza, completezza, tempestività, non violazione, commerciabilità e idoneità per un particolare scopo) in relazione a tali informazioni.

Tutti gli investimenti comportano dei rischi, compreso il rischio di perdite. Il rischio di investimento esiste con il capitale proprio, il reddito fisso e gli investimenti alternativi. Non vi è alcuna garanzia che un investimento raggiunga i suoi obiettivi di performance o che si evitino perdite.